Malgrate

Mese

Livigno

Quando devitalizzare un dente?

Partiamo dal significato del termine “devitalizzazione”: la devitalizzazione di un dente è una procedura di endodonzia ovvero della branca dell’odontoiatria che si occupa della cura del dente che consiste nel rimuovere la polpa di un dente, ovvero la sua parte più interna, sostituita con materiali appositi. Ma quando è necessario devitalizzare un dente? Il dentista valuta di devitalizzare un dente quando questo presenta una camera pulpare danneggiata in modo irrimediabile come conseguenza di patologie del dente o da traumi, oppure quando infetta. Si applica la devitalizzazione come alternativa all’estrazione del dente salvando il dente che, una volta devitalizzato, può tornare a svolgere la propria normale funzione masticatoria.

La scelta di ricorrere alla devitalizzazione oltre alla funzione di salvare il dente ha anche lo scopo di eliminare il dolore al paziente, quando il dente presenta una carie il paziente avverte una sensazione di fastidio e dolore a volte anche insopportabili.

Come si esegue la devitalizzazione di un dente?

La devitalizzazione viene generalmente eseguita dopo una visita odontoiatrica e accertamenti come radiografie del dente che presenta il problema.

Si può riassumere il trattamento in diverse fasi:

Se presenti dolori o fastidi al dente l’intervento tempestivo è fondamentale. Chiamaci per maggiori informazioni.